-
-
978 m
493 m
0
4,0
8,0
16,04 km

Vista 1388 veces, descargada 35 veces

preto de San Benedetto in Alpe, Emilia-Romagna (Italia)

Bellissima escursione alla cascata dell'Acquacheta, gia citata da Dante nella Divina Commedia. Si parte da San Benedetto in Alpe dal parcheggio di Piazza XXV Aprile. Attraversato il ponte sulla SS.67 si imbocca sulla nostra destra il sentiero CAI n°409 (difficoltoso nel primo tratto) che in ripida salita in ambiente boschivo ci porta in quota sul Monte del Prato Andreaccio (mt.991). Proseguendo sempre su sentiero n°409 troviamo un primo punto panoramico in corrispondenza dell'incrocio con il setiero n°419. Noi proseguiamo su sentiero n°409 , troviamo i ruderi di Case di Monte di Londa (mt.957), un altro punto panoramico prima di arrivare a Monte di Londa (mt. 995) e successivamente le Balze tra Fossi (mt.952). Si scende passando dal Sodaccio al Fosso del'Acquacheta ne pressi delle case I Romiti. Prima di attraversare la passerella in legno conviene andare sulla nostra destra dove si può scendere su un balcone naturale (protetto da balaustra) sopra la famosa Cascata dell'Acquacheta con vista dall'alto (prestare attenzione). Alle nostre spalle su un piatto roccione, altro panorama sulla vallata sottostante (anche qui prestare attenzione in quanto questo belvedere naturale non ha nessuna protezione sullo strapiombo sottostante). Ritornati indietro attraversiamo la passerella in legno e facciamo una visita al gruppo di case I Romiti posizionato su un panoramico cocuzzolo. Sulla destra delle case un ripido sentiero (si ritiene che una volta fosse il vecchio corso del fosso) scende di fianco alla cascata con panorama sulla stessa. Sul torrente sottostante sulla nostra sinistra possiamo ammirare la cascata sul Torrente Lavane che s'immette sul Fosso dell'Acquacheta. C'incamminiamo sul sentiero n° 407 dove nel primo tratto troviamo balconi panoramici sulla cascata e pannelli con varie informazioni e storie sulla stessa; noi lo lasciamo e proseguiamo per un breve tratto sul sentiero n°429 per svoltare successivamente sulla nostra destra su sentiero non segnato, in direzione di Casa Moncini, da qui saliamo a Case Pian Baruzzoli per poi ritornare per altro sentiero a Casa Moncini e successivamente a Casa Trafossi. Da Casa Trafossi scendiamo sul sottostante sentiero CAI n°407 (si può continuare sullo stesso una volta imboccato alla cascata), adesso costeggiamo il fosso dell'Acquacheta fino a San Benedetto in Alpe trovando cascatelle sul torrente e sui versanti laterali, aree pic-nic ed un vecchio manufatto ristrutturato ed adibito a rifugio (noi lo abbiamo trovato chiuso).

1 comentario

  • Foto de Connie Goes

    Connie Goes 18-ago-2019

    Il belvedere roccioso si chiama Letto di Dante ;)

Si quieres, puedes o esta ruta